9 tool che ogni Social Media Manager dovrebbe utilizzare

16 Mar 2018

Un buon Social Media Manager deve sapere sempre procedere con destrezza, tempestività e professionalità nello svolgimento dei numerosi compiti che gli spettano, dalla gestione dei diversi social media attraverso una strategia efficace, all’analisi dei risultati ottenuti, dal monitoraggio di determinati brand o parole chiavi al continuo aggiornamento sugli ultimi trend. Un lavoro quindi spesso arduo, ma che può essere semplificato se si ricorre a valide piattaforme di social media management. Eccone alcuni esempi!


Gestione

Hootsuite è sicuramente uno dei tool più famosi che permettono di gestire contemporaneamente diversi social network in maniera efficace e agevole; è disponibile con la versione free, che permette di gestire fino a 5 social media e fino a 3 account e le versioni a pagamento, i cui costi variano a seconda delle proprie esigenze. Questa piattaforma è una delle più complete, ha infatti numerose funzionalità, dalla programmazione alla cura dei contenuti, dall’analisi del proprio impatto sui social media al monitoraggio di keywords e argomenti, il tutto da un’unica dashboard e, se si desidera, grazie all’aiuto di un team di persone affidabili a cui assegnare diverse mansioni.
Più precisamente Hootsuite consente di programmare o auto-pianificare post e messaggi su quanti e quali canali social si desidera, tra Twitter, Facebook, Google+, Linkedin, WordPress, Instagram e YouTube, e di averne una panoramica completa; monitorare keywords e brand per mezzo di stream personalizzati, in modo da rimanere costantemente aggiornati e poter condividere immediatamente contenuti interessanti; avere a disposizione contenuti pre-approvati, con tanto di tag e statistiche, per risparmiare tempo; creare campagne di marketing, analizzare il loro impatto sui social e creare dei resoconti da condividere con il proprio team; trovare e pubblicare contenuti interessanti da qualsiasi sito web, grazie all’estensione Hootlet.

Similmente ad Hootsuite, anche Buffer permette di gestire più di un social media attraverso la programmazione di contenuti, l’analisi e l’utilizzo di estensioni e app, con la possibilità di scelta tra il piano gratuito e quelli a pagamento. Tre caratteristiche particolari di questo tool sono la sua interfaccia molto semplice, la programmazione automatica dei post sulla base di una tabella che indica i giorni della settimana e l’orario di pianificazione, da impostare una sola volta come più si desidera, e la possibilità di “riciclare”, tramite l’azione “Re-Buffer”, contenuti precedentemente pubblicati, che magari hanno avuto successo in termini di interazioni.
Buffer mette inoltre a disposizione una piattaforma, Pablo, completamente gratuita, che raccoglie un’infinità di immagini da modificare a piacimento e da ridimensionare a seconda del social network al quale sono destinate.

Terzo strumento per dirigere i social media, ma non meno importante, è PostPickr, che, a differenza dei primi due, è interamente italiano ed ha un sistema molto comodo e creativo per gestire i contenuti programmati. Il calendario editoriale è infatti organizzato come un palinsesto, e permette così di visualizzare i post e le rubriche in modo immediato, di modificarli in qualsiasi momento, e di dividerli per argomenti e categorie. Inoltre, attraverso la funzione “importa”, offre la possibilità di aggregare diverse fonti, account social o blog e siti web che siano, per poter appunto importare e condividere i contenuti che queste fonti forniscono direttamente dalla piattaforma.
Le funzionalità che invece lo accomunano a Hootsuite e Buffer sono la pubblicazione e la programmazione di contenuti su diversi social, l’analisi della performance, la collaborazione con un team, la possibilità di interagire con gli utenti direttamente dal tool e i diversi piani, incluso quello gratuito.


Ricerca e monitoraggio

Uno strumento molto pratico per il monitoraggio dei canali social è sicuramente Buzzsumo. Attraverso diversi criteri di ricerca, permette di analizzare la performance dei propri contenuti, di quelli dei competitors e in generale di materiale che tratta temi di interesse, in modo da poter individuare i migliori articoli in termini di condivisioni e interazioni sui social. 
Si devono pubblicare contenuti interessanti e originali, e si è perciò alla ricerca di argomenti molto popolari sul web, che generino un alto numero di condivisioni, commenti e like, in Italia come in tutto il mondo; si desidera misurare il successo sui social dei contenuti del proprio sito web o blog o di quelli dei competitors; c’è il bisogno di aumentare la conoscenza della propria azienda tramite gli influencer; si desidera rimanere aggiornati sulle nuove tendenze. Le esigenze possono essere diverse, ma in ogni caso questa piattaforma è quella giusta, perché è semplice ma molto efficace e immediata, in quanto fornisce il numero esatto di condivisioni sui principali social network, permette di affinare le ricerca con diversi filtri, dalla data alla lingua dei contenuti e persino di sapere quali utenti hanno interagito con un determinato contenuto e qual è il grado di influenza. Dà quindi risposte molto chiare.

Un’altra suite che aiuta molto le aziende a monitorare e l’analizzare i social è Talkwalker. Questa soluzione traccia l’impronta dei brand e dei loro prodotti sui social media in tutto il mondo e aggiorna sulle mention e le conversazioni più rilevanti. Analizzandone il sentiment e confrontandoli con i concorrenti o con i benchmark, li guida nella creazione di una strategia di comunicazione efficace con il giusto target e nel raggiungimento degli obiettivi.
Basta semplicemente inserire nel campo di ricerca il nome di un brand, di un prodotto o di un servizio, proprio o dei competitors, e in un attimo Talkwalker fornisce tantissime informazioni su di esso, come l’andamento sui social network, il grado di interazione e il sentiment, il numero degli influencer e la diffusione geografica del termine attraverso dei grafici a torta su un mappamondo. Una volta impostata la ricerca e iniziata la raccolta di informazioni, Talkwalker consente di rimanere sempre aggiornati sulle mention, sulle conversazioni e su tutti i trend del brand mediante un servizio di alert, che può essere filtrato per tipologia di fonte.

Infine, un altro tool di monitoraggio molto interessante è Mention, che, come dice il nome stesso, controlla in tempo reale le menzioni su social media, siti, blog e forum, del proprio brand, dei concorrenti o di qualsiasi argomento di interesse. E lo fa in maniera dettagliata, per mezzo di istogrammi, grafici a torta, grafici a linee e numerosi filtri da impostare a seconda di ciò che si vuole esaminare nello specifico.
Alcune delle funzioni che questo strumento offre sono la possibilità di archiviare, taggare e sentimentare le varie mention, di interagire e rispondere alla propria community direttamente dalla piattaforma e di lavorare in collaborazione con un team.


Twitter

Si è parlato di tool che consentono di gestire e monitorare più di un social network alla volta tramite un’unica piattaforma e del fatto che questa caratteristica li renda davvero utili. Ma possono essere altrettanto comodi strumenti dedicati invece ad un unico canale social, come Tweetdeck, che lo stesso Twitter ha acquistato nel 2011.
Partiamo menzionando uno degli aspetti che più lo distinguono: è completamente gratuito. Inoltre non solo permette di programmare tweet in qualsiasi momento, ma offre anche la possibilità di gestire e monitorare vari account, piuttosto che keyword o argomenti interessanti su più colonne, e di creare velocemente delle liste e delle collezioni.


Instagram

Chi invece utilizza soprattutto Instagram, può avvalersi dell’aiuto di Onlypult, che semplifica la gestione dei profili e delle pagine. Con questo tool si possono caricare dal proprio catalogo o da un sito web immagini e video, per poi pubblicarli direttamente dal computer e si può gestire più di un account alla volta, se si vuole con il sostegno di collaboratori. È anche dotato di analytics, dove controllare le statistiche degli account, trovare gli hashtag più popolari e ricevere suggerimenti sulla data e l’orario di pubblicazione dei post.

 

Immagini

Sui social network le immagini sono indispensabili per coinvolgere gli utenti, trasmettere messaggi, sensazioni ed emozioni. Per di più è importante che queste siano scelte con attenzione, che abbiano un’ottima qualità, non siano soggette a copyright e che abbiamo le giuste dimensioni per ogni canale. Questo non riguarda solo Pinterest o Instagram, che sono basati sulla pubblicazione e la condivisione di immagini, ma tutto il mondo dei social in generale.
A venire in aiuto in questo caso è Canva, uno strumento che oltre ad avere a disposizione milioni di fotografie e illustrazioni da utilizzare per qualsiasi tipo di progetto, offre la possibilità di modificarle con i diversi filtri predefiniti, di aggiungere testo e elementi quali cornici, linee o grafici, di creare sfondi, nonché di dimensionarle a piacimento o scegliendo i layout preesistenti adatti ai diversi social, ai blog, alle copertine dei cd e qualsiasi altra possibile destinazione. Come la maggior parte dei tool, Canva è disponibile gratuitamente e a pagamento.

Esistono dunque numerosi tool di supporto per la gestione, il monitoraggio e l’analisi dei social network e questi sono solo alcuni dei tanti, da divertirsi a scoprire e da scegliere secondo le proprie esigenze.

Contatti

Scrivici info@bitcafe.it
T: +39 02 3658 9595 M: +39 329 0689219
Corso Luigi Manusardi, 3 - 20136 Milano